Fogetech Srl
Richiesta informazioniArea Riservata Cambia lingua
INTE.CO.
Chi SiamoAttivitàReferenze
 

The difference between genius and stupidity is that genius has a limit (A.Einstein).

 
 

I digestori

 
 
 
 

Digestore standard per l’agricoltura

Attualmente il digestore standard più diffuso è quello cilindrico in cemento armato, alto 5-6 mt. con diametro di tra i 10mt ed i 20mt e volume tra i 500 ed i 1500m³.

I digestori di questo tipo sono dotati di un sistema di riscaldamento ad acqua lungo le pareti interne e di un o più miscelatori completamente immersi ed azionati da un motore posto all’esterno del serbatoio. La parte superiore del cilindro è coperta da una doppia membrana: quella interna serve all’ accumulo del gas e varia in altezza in base alla pressione esercitata dal gas stesso,  quella esterna che ha funzione di riparo dalle variazioni meteorologiche ed è sempre mantenuta in tensione da uno sfiatatoio che immette aria tra le due membrane.

Base al tipo in substrato utilizzato il tempo di permanenza del liquame varia generalmente tra i 40 ed gli 80 giorni. Questo tipo di serbatoio è adatto a trattare ogni genere di biomassa in quantità moderata ed è usata per quantitativo massimi annui complessivi di 10.000m³.

 

Digestore verticale di grande dimensione

Per grandi quantità di biomassa, per esempio più di 30.000m³, sono in genere utilizzati digestori verticale in acciaio temperato, materiale capace di resistere alla corrosione da parte dei batteri. Le misure standard variano da 1.500m³ a 5.000 m³ con cilindri di diametro tra i 10 ed i 18mt ed altezza tra i 15 ed i 20 mt.

La miscelazione continua del substrato, che viene riscaldato prima di entrare nel serbatoio, è effettuata da un miscelatore montato centralmente sulla copertura. I tempi di permanenza del substrato generalmente sono di soli 20 giorni e permettono quindi di processare in un anno fino a 90.000m³ di substrato. Per sfruttare completamente la materia i grandi impianti sono spesso costituiti di solito da due o più fermentatori e dotati di coperture per l’accumulo del gas.
 

Digestore orizzontale

Gli impianti di biogas di piccole dimensioni sono spesso costituiti da un digestore di tipo orizzontale in acciaio. In origine i primi digestori di questo tipo erano il recupero di vecchi serbatoi che venivano ripuliti attrezzati di asse centrale e bracci miscelanti, dotati di una cupola per la raccolta del gas e quindi riutilizzati come fermentatori.

Oggi i digestori sono costruiti appositamente per la produzione di gas, hanno un volume tra i 50 ed i 150m³ ed una larghezza di 3,20m massimo 3.50m tale da permettere un facile trasporto e l’assemblaggio finale avviene all’interno dell’impianto.

Dopo essere stato riscaldato per mezzo di uno scambiatore di calore il substrato viene immesso nel digestore, dove rimane mediamente 40-50 giorni: una volta raggiunta le temperatura idonea per il processo di tipo mesofilo, il digestato viene mescolato per mezzo del miscelatore interno.

Questo tipo di digestore è adatto a trattare escrementi e concime di origine avicolo dal momento che al suo interno è possibile miscelare bene anche componenti solide; è consigliato alle piccole aziende agricole che non dispongono di grossi quantitativi da processare.

 

 
 

Come lavoriamo

Impianti di biogas

Impianti fotovoltaici

 
 

INTE.CO. engineering S.r.l.

Via Castelfranco Veneto 79/1
33170 Pordenone – Italia
Telefono 0434.365126 - Fax 0434.253624
Email: info@intecoeng.it
Posta PEC: inteco.engineering@pec.intecoeng.it

Copyright © 2009-2010
INTE.CO. engineering S.r.l.
C.F. e P.IVA 01409720933